ita | eng

01|10|2016

Paesi albergo e alberghi diffusi in Trentino: quali opportunità?

Categoria: News

Please stand by, images loading!
Come sappiamo, la normativa sull'Albergo Diffuso nella Provincia autonoma di Trento è tra le più restrittive in Italia. La Provincia autonoma di Bolzano resta l'ultima in Italia senza una normativa in materia, sebbene si stia attrezzando.

Ogni norma richiede integrazioni e aggiornamenti (upgrade) come un qualsiasi hardware. Tuttavia, lavorare sulla normativa è condizione necessaria ma non sufficiente per aumentare il ritorno sull'investimento nella comunità e negli investitori.

Il nostro lavoro in Trentino-AA come altrove consiste nel:

(1) favorire l'adozione di norme adeguate sull'Albergo Diffuso (in collaborazione con l'Associazione nazionale Alberghi Diffusi), sul Paese Albergo e sulle altre forme di Ospitalità Diffusa,

(2) implementare norme esistenti,

(3) seguire la creazione e lo start-up delle organizzazioni di gestione,

(4) formare il personale a libro paga e i (molti) partner delle organizzazioni attive nella "sola" Industria dell'Ospitalità Diffusa.

In effetti, malgrado i buoni libri sull'Ospitalità Diffusa in circolazione, la maggior parte dei progetti per l'Ospitalità Diffusa continuano a restare nel cassetto, mentre le organizzazioni che gestiscono strutture per l'Ospitalità Diffusa continuano a restare "orfane" di modelli d'impresa e gestionali anch'essi "orizzontali", capaci di supplire ai maggiori costi di gestione.

Per la SISAD, l'assistenza tecnica "sul campo", la ricerca e la formazione dinamica nelle organizzazioni per l'Ospitalità Diffusa sono centrali.

Ad esempio, una formazione dinamica troppo mirata o inadatta farebbe gravare tutto il carico della gestione di un'impresa e del processo di accompagnamento territoriale richiesto sulle spalle dei (pochi) dipendenti a libro paga e già oberati del lavoro necessario per gestire case e appartamenti anzichè "semplici" camere.

Gestire un'impresa per l'Ospitalità Diffusa senza un modello gestionale pensato per l'Ospitalità Diffusa comporta invece più fatica, costi di gestione maggiori e un maggiore rischio di perdere parte degli arrivi, delle presenze e del reddito possibile.

Un risultato ottenuto nella ricerca nel 2016? Quest'anno abbiamo formalizzato il "Modello gestionale per l'Ospitalità Diffusa" (c) SISAD.

Il Modello Gestionale SISAD è "il modo in cui un'organizzazione e un processo di accompagnamento territoriale nell'Ospitalità Diffusa creano risultati (visibilità, RevPAR, GOPPAR, ROI) a loro volta:

+ diffusi,

+ consistenti,

+ stabili e

+ difendibili nel tempo".

Attraverso il Modello gestionale SISAD, le associazioni, le ditte individuali, le società di persone o le società di capitali che gestiscono alberghi diffusi, paesi albergo, residence diffusi, borghi hotel, baite diffuse e gli altri modelli di Ospitalità Diffusa possono ottenere:

(a) il "Management Diffuso" di cui hanno bisogno per definizione per nascere, per crescere e per radicarsi nel territorio

(b) un Business-plan che tiene conto della loro natura orizzontale, cioè non generico ma calzante

(c) un migliore accesso al credito

(d) maggiori investimenti privati e pubblici

(e) migliori risultati a parità di costi di gestione

(f) molti altri.

Per anticipazioni, segnalazioni di casi-studio e proposte di nuovi casi da studiare e implementare è possibile scrivere a: maurizio.droli@uniud.it
 
Share/Save/Bookmark Subscribe